“LA FORMA DEL COLORE”

“Colori modellati, sagomati, tagliati e uniti fra loro come costruzioni funamboliche che si reggono contro ogni legge fisica.
Colori decisi e mai arroganti che rimbalzano da un estremo all’altro e che poi amano sostare in quelle zone in cui l’occhio ama meditare.
Materia colorata che danza sulla tela che sembra sprigionare un intenso profumo che ammalia i viandanti.
Figure sbilenche sinuose maleducate che oltraggiano la sensibilità degli umani e che poi umilmente chiedono scusa.
Un circo colorato, pieno di musica, chiassoso, stupefacente e irrispettoso che oggi arriva e domani già svanisce”.

Claudio Colaone nella sua pittura ad olio ed acrilico unisce anche colle, terre ed ossidi.
Il tutto su tele da lui stesso prodotte perché la tecnica pittorica che lui usa si adatta solo su questo tipo di supporto creato appositamente.
La pittura ad olio ed acrilico di Claudio consiste nell’eseguire vari interventi sulla tela che possono essere distanti fra loro sia ore che giorni.
Partendo con gli acrilici e le colle per poi finire con gli oli e le terre,
Claudio crea un effetto materico, quasi scultoreo che rende la sua pittura fruibile oltre che dagli occhi e dal cuore anche dal tatto.
Con questa pittura ad olio ed acrilico crea visioni che sembrano d’altri mondi con degli orizzonti che attraggono il nostro occhio “in fondo la dove impera il nulla”.
Oppure scene di “umani” messi in posa come per una foto di gruppo o che danzano immersi in una foresta, in una savana oppure in una nebbia quasi crepuscolare.
E poi figure mitologiche che ti portano la mente a popoli d’altri tempo oppure sezioni di colori che sembrano far vibrare la tela.
Claudio è un raffinato pittore, scruta la luce, ricerca nel buio il rapporto fra segno e colore, approfondendo la vasta gamma cromatica dei colori che lui ama.